corteccia quercia-505

preparati-cumulo-quercia-luna
posted by: Agire-Bio-Dinamic8
Ultima modifica: 22 Febbraio 2020
Visite: 253

"Si raccolga la corteccia di quercia come la si trova, la si trituri un po' e poi si prenda la teca cranica di un animale domestico e si metta il tutto qui dentro. Si chiuda con altre ossa e poi si interri nel terreno non molto profondamente e poi si metta sopra della torba cercando di far fluire in quel posto la maggior quantità di acqua piovana con un canale qualsiasi"

Nella descrizione dei singoli preparati abbiamo visto come R. Steiner ci tiene a puntualizzare che nel processo di preparazione dalla scelta, potremmo anche dire, dell'ingrediente principale per arrivare poi se necessario anche all'involucro contenitore, si resta sempre nel campo del vivente. Lo abbiamo visto con il preparato achillea, lo abbiamo visto con il preparato camomilla affinche le forze

eteriche si possano manifestare attravverso gli impulsi di Mercurio pianeta che regola il movimento della linfa e lo abbiamo visto anche con l'ortica così affine all'elemento del sangue, che nella pianta è la linfa chiamata anche linfa vitale come il sangue guarda caso, per poter elaborare le forze del ferro e richiamare gli impulsi di Marte; è chiaro che R. Steiner ci tiene a puntualizzare che siamo sempre nel campo del vivente ed è per questo che poi quando realizziamo un cumulo biodinamico con sostanze organiche e poi introduciamo i vari preparati possiamo dire di avere creato un organismo vivente. E' cosa buona che R. Steiner ci ricordi continuamente che siamo sempre nel campo del vivente anche quando dinamizziamo e potremmo dire che ogni cosa che facciamo muovendo la volontà o meglio la buona volontà in natura deve sempre restare nel campo del vivente. Se invece di prendere queste piante avessimo preparato un concime chimico prendendo le sostanze contenute nelle piante saremmo usciti dal campo del vivente ed è per questo che un concime chimico è un concime morto! sì avete capito bene! e lo ripeto è un concime morto. Morto! Ora se pensiamo con il cuore come possiamo concimare la terra con qualcosa di morto. La terra per essere vitalizzata a bisogno di qualcosa di vivente. La terra non va gonfiata o riempita va nutrita e la stessa analogia la troviamo quando parliamo di alimentazione : dobbiamo nutrici invece di riempirci o gonfiarci. Un cibo sano e vitale nutre e dona energia. Uno morto invece la toglie ed è per questo che tante volte sentiamo dire :"Come mi sento gonfio" ma ancora non sono sazio. La vita solo può dare vita. Poi dovremmo anche chiederci se il concime che viene realizzato dall'organico riciclato abbia poi realmente vita e per questo basta che andiamo a vedere il ciclo di produzione quando le sostanze passano nei forni ad altissime temperature per farci già un immagine se c'è vita in questo concime. Concimare con concimi chimici dove troviamo l'azoto e altre sostanze in palline chimiche, fa quasi sorridere e guarda caso se ne impiegano grandi quantità a differenza del compost biodinamico, significa andare ad impoverire la terra e come quando ad un bambino invece di dare il latte materno diamo il latte in polvere. Basti poi pensare che il latte materno ci dice R. Steiner è bianco perchè è sangue trasformato ricco di forze cosmiche è quindi un dono celeste. Daltronde se pensiamo ad una madre comprendiamo perchè diciamo madre terra. La terra è pronta ad accogliere ma sta a noi nutrirla. Sta a noi compenetrarla di buoni pensieri e certamente anche di buona volontà. Mi perdoni quella mamma che probabilmente ha scelto di dare il latte in polvere perchè quello materno mancava ma trovo poche scuse in chi sceglie di usare concimi chimici in quanto il concime vivente c'è e si può produrlo da se e lo vedremo quanto spazio ci può essere alla creatività umana, ed è proprio così! un azienda agricola sana produce quasi tutto al suo interno ed è per questo che R. Steiner ci parla di individualità agricola chiusa. Chiusa per dire che tutto è conchiuso tutto in fabbisogno nasce dall'interno. Tutti questi aspetti li vedremo anche con video pratici e quant'altro, quando scopriremo cosa sono i cumuli biodinamici o come già abbbiamo detto dei veri e propri organismi viventi che durante il loro processo di digestione danno un concime che più che compost biodinamico lasciatemelo dire è concime vivente in grado di rivitalizzare, richiamando forze viventi, la terra. Ricordiamoci inoltre, anche se lo abbiamo detto varie volte parlando dell'achillea della camomilla e anche della Valeriana, che il concime così trattato, (con i preparati da cumulo) accquista precise caratteristiche che permettono al terreno di attivare in esso processi che permettano la trasmutazione del potassio e del calcio in azoto. Così abbiamo compreso veramente come introdurre nell'economia della natura l'azoto. Solo attravverso un processo vivente, attravverso degli organismi viventi : il cumulo biodinamico.

Possiamo dare o ridare vita alla terra solo partendo dal vivente e crediamo che R. Steiner fa bene a puntualizzarlo sempre! così anche quando ci descrive il preparato corteccia di quercia, ci ricorda che il calcio che cercheremo in natura è calcio vivente e facciamo quindi bene a chiederci dove possiamo trovare in natura calcio vivente ?

 forte come una quercia

 Un tempo e crediamo ancora oggi si usava dire "sei forte come una quercia" e ci sono anche città che hanno preso il nome da quest'albero e Rovereto (da rovere) ne è l'esempio. La quercia si erge maestosa Quercus corteccia 505e da subito se la osserviamo attentamente notiamo come in essa risiede una forza legata alle forze riproduttive e quando parleremo dei pianeti e in particolare della luna scopriremo che le forze lunari legate all'elemento del calcare (come lo sono tutti i pianeti vicini al sole quindi anche Mercurio e Venere) sono anche forze che vengono indirizzate in modo specifico verso la sfera terrestre grazie all'acqua che determina quindi la distribuzione delle forze lunari nella sfera terrestre. Ecco che si da anche un senso al seminare prima di una luna piena. Poi se prima della luna piena o subito dopo a piovuto meglio ancora perchè le forze lunari agiscono meglio con più forza in questo caso. Basti pensare alla bassa o alta marea o alle mestruazioni nelle donne. Il calcare, lo vedremo, è avido e proprio quando il terreno è molto umido quindi quando predomina molto l'elemento acqueo agisce in modo così avido ci dice R. Steiner che se potesse porterebbe con se sotto terra anche la pianta ma sappiamo che c'è quel nobile elemento che nulla vuole per se che è la silice che in modo polare tiene il calcare nel giusto equilibrio e come si possa agire in modo biodinamico favorendo questo equilibrio ne abbiamo la prova nell'uso del preparato corno letame o 500 (calcare) e del preparato corno silice o 501 (silice). A proposito del calcare se ci sofferimiamo ad osservare le foglie di alcune piante quando ha piovuto per molti giorni ci accorgeremo che queste hanno virato al colore rosso come ad indicare che il calcare sia davvero avido ed anche molto arrabbiato. Per fortuna che la natura sa sempre trovare i giusti equilibri e la silice con le forze di luce e calore ridanno il giallo alla foglia che anche se la pitturassimo tornerebbe ora di nuovo verde e sappiamo che il verde si ottiene con il blu che si unisce al giallo. A questo punto viene semplice comprendere come la quercia sia sì legata alle forze lunari ed è certamente una pianta più terrestre che cosmica a differenza dell'abete della famiglia delle conifere, dove in esse vive molto più fortemente l'elemento della silice e R. Steiner ci dice anche che queste piante sono l'io del luogo e proprio di recente a seguito di condizioni lasciatecelo dire innaturali, in Trentino sono caduti in tanti luoghi molte di queste piante e così ogni luogo a perso una parte di memoria di identità che dimorava in questi alberi. Conifere Saturno Calore

Di quelle che vedete in questa foto lì dove abbiamo fatto i cumuli biodinamici, ne sono rimaste davvero poche. Così se ne sono andati molti dei guardiani della vita o che dir si voglia dei guardiani del luogo dell'IO del luogo. Poi le conifere se le osserviamo sembramo a volte quasi toccare il cielo come stessero ad indicarci la loro stretta relazione con le altezze cosmiche e saturno che dona impulsi di enorme calore. Se ci pensiamo bene avere un abete a Natale ha forse il significato di augurarci di trovare, quando si raggiunge il massimo del buio della coscienza umana, se lo vogliamo, la luce e il calore che sono gli elementi della rinascita. La quercia invece è una pianta ricca di forze terrestri ed è in stretta relazione alla luna e di conseguenza anche alle forze del calcare o del calcio e guarda caso proprio nella quercia nella sua corteccia troviamo grandi quantità di calcio che è quindi calcio vivente. Abbiamo già visto come ogni preparato sia in relazione a un pianeta ben preciso ed ora ci viene spontaneo chiederci come può la quercia o il preparato di corteccia di quercia intervenire sulle forze lunari ?

calcio e forze eteriche

Le forze eteriche sono le forze vitali e la pianta di forze vitali ne ha tantissime basti pensare ad alcune piante dove in esse sembra davvero presente un altissima forza vitale e per citarne una sicuramente il prugno. Prugno etericoGuardatelo come si spinge in alto. A volte è davvero necessario eseguire delle potature in luna ascendente, quando la linfa sale per contenere e smorzare in modo equilibrato la vitalità di questa pianta. Davvero se lo osserviamo bene possiamo scorgere che è così ricco di forze vitali e riproduttive che tenderebbe quindi con le sue forze eteriche quasi a soffocare l'elemento astrale. Anche nell'uomo quando l'elemento eterico è predominante si parla di temperamento flemmatico ed è un temperamento dove si è così pieni di vita (si mangia molto, si dorme molto e si fa poca azione) che il corpo astrale che vive nel sentire nelle brame nelle passioni nel sentimento viene quasi soffocato. Il flemmatico appare molto grasso pigro e di ottimo appettito. In matematica lo possiamo vedere nel segno +, dove ci immaginiamo il soggetto flemmatico che continua a prendere e prendere. Un maestro di scuola Steiner raccontando una storia ai bambini chiamò "piumone" il soggetto dell'addizzione. uomo pianta infinit8 E' proprio così e anche in queste piante se le osserviamo c'è una certa tendenza a prendere continuamente forze vitali e a crescere ed a riprodursi. Solitamente vicino ad un prugno ne crescono spontaneamente altrettanti. Ora al di la del temperamento flemmatico, legato guarda caso all'elemento acqua in stretta connessione alle forze lunari lo abbiamo visto, dobbiamo chiederci che relazione c'è nel calcio vivente della quercia con le forze eteriche. Per favorire le forze eteriche già sappiamo dal preparato camomilla come fare ma se la camomilla agisce e accresce le forze eteriche altrettando non possiamo dire del calcio. Anzi è proprio il contrario e R. Steiner ci dice

"le forze che si generano al di sopra del suolo ad opera dell'acqua o dell'aria, anche come fini sostanze omeopatiche, vengono ora attirate verso il suolo ad opera delle maggiori o minori quantità di calcio contenute nel terreno, come pure la distribuzione di sostanze calcaree in dosi omeopatiche direttamente sopra il suolo aiutano a ricondurre verso il suolo le attività direttemente terrestri"
Ora crediamo sia davvero intuitivo comprendere che il preparato 505 può davvero intervenire per ricondurre l'eccesso di forze vitali, forze eteriche o forze terrestri verso il suolo così il calcio vivente è davvero in grado di ricondurre tutto verso il suolo ed equilibrare un eterico magari ipertrofico. Anche nell'uomo l'uso della tisano o decotto di corteccia di quercia si usa per regolare il funzionamento dell'intestino quindi il movimento la peristasi che abbiami già visto risiede nell'azione di mercurio in stretta relazione all'intestino e quindi al preparato camomilla. Vediamo quindi come tutto abbia un senso purchè si resti sempre nel campo del vivente. Naturalmente portando equilibrio nell'uomo così come nella pianta conduce a guarire e lo stesso Steiner ci dice che possiamo usare il preparato anche per curare le piante in caso di malattie.
Quindi ora sappiamo che la quercia è in relazione alla luna e che le forze lunari agiscono meglio in presenza dell'elemento acqueo. Bene! allora ora siamo pronti a comprendere come preprare il preparato corteccia di quercia affinchè il nostro intento trovi la sua realizzazione.

Raccogliamo quindi la corteccia di quercia la trituriamo un po' in modo da ottenere delle briciole e poi la mettiamo in un organo specifico e quale organo sceglieremo questa volta ?

cranio - testa e luna

 Come negli altri preparati biodinamici, ormai lo sappiamo, c'è una stretta relazione tra l'organo scelto e il singolo pianeta. Così è anche per questo. Perchè scegliamo di mettere la corteccia in un cranio di un animale domestico ? Dobbiamo indagare in ambito antroposofico e scopriremo che la luna è un pianeta fortemente connesso all'infanzia al cervello che guarda caso risiede nella testa. Quindi la testa è il contenitore del cervello che è in stretta relazione alla Luna. Se andiamo ad indagare oltre nell'analisi di quella che viene definita antipatia e simpatia vediamo che proprio la testa rappressenta il passato ci dice R. Steiner prima delle nascita e la sua espressione è proprio la rappresentazione e qui vivono i pensieri. All'opposto nella simpatia vive il futuro è il germe del futuro e la sua espressione è nella fantasia. Ora dobbiamo immaginarci un respiro dove nell'antipatia c'è una contrazione e nella simpatia una distensione proprio come succede quando respiriamo. Quindi nell'antipatia vivono i processi di raffredamento le attività di pensiero il cui organo è il cervello mentre nella simpatia vivono i processi di calore le attività del metabolismo dela volontà. L'anima vive o meglio respira tra l'antipatia e la simpatia che sono proprio le due attività tra di loro polari.Quindi l'anima si muove tra antipatia e simpatia. Questo avviene nell'uomo che ha l'anima il corpo astrale all'interno come nell'animale mentre la pianta lo ha all'esterno e lo abbiamo già detto che astrale deriva da astri e in effetti le forze astrali provengono dall'esterno della pianta ed è l'azione cosmica. Malgrado tutto ci sono forti relazioni con la pianta dove potremmo collocare il pensiero proprio nella radice e le attività volitive nel frutto e nel mezzo c'è la foglia. Andando avanti vediamo che il pensiero è in stretta relazione al germoglio e al calcare e la volontà è in stretta relazione al frutto al fiore e l'argilla che sta nel mezzo ed proprio l'equilibrio fra i due ed è in stretta relazione alla foglia. Teniamo anche in considerazione che la pianta è l'uomo rivoltato, sì è proprio così : infinit8 uomo piantaQuindi ora la domanda da farsi è cosa centra tutto questo con il preparato di quercia ed è più che lecita. E la risposta lo è altrettanto e diventa tutto ancora più chiaro se vediamo nella testa un attivita di pensiero esercitata o meglio riflessa attravverso il cervello che esprime i pensieri (che vengono molto prima dell'attività del cervello) un attività animica di antipatia ed ecco quindi perchè la luna è in stretta relazione con l'elemento testa. La luna è il riflesso del sole che trova la sua espressione nel cuore e sappiamo che il cuore distribuisce il sangue nell'organismo umano e che nel sangue vivono forze di luce e calore forze volitive che riscaldano come avviene nella simpatia. Nell'antipatia invece lo abbiamo visto avviene l'opposto ed è proprio l'opposto del sole che è la luna che è in stretta relazione quindi con quest'ultima. Se aggiungiamo poi che il cervello è costituito dall'85 per cento di acqua credo davvero che abbiamo chiuso il cerchio. Bene! ora non ci resta che procedere con la scelta del luogo e del periodo in cui mettere il cranio dove all'interno abbiamo messo la corteccia di quercia. Vedremo che ancora una volta R. Steiner ci stupisce perchè il luogo scelto ha una caratteristica legata nuovamente all'elemento acqueo cosichè potremmo dire le forze lunari possano trovare la massima espressione. Ma vediamo quindi come si procede

scelta del luogo e del periodo

 mettiamo il cranio riempito di corteccia di quercia nel terreno ad una modestra profondità e vi mettiamo sopra della torba ma questa volta a differenza delgi altri preparati, lo abbiamo visto quanto sia importante l'elemento acqueo per l'espressione dlele forze della luna, e proprio per questo dobbiamo trovare un posto dove possa fluire la maggiore quantità di acqua piovana e si potrebbe anche fare in modo aggiungendo della sostanza vegetale che si formi una melma, come vediamo negli stagni, e qui si metta il cranio così riempito facendo però attenzione che l'acqua scorra via. Il tutto resta lì tutto l'autunno e l'inverno che guarda caso sono proprio i periodi in cui si manifestano meno le forze di luce e calore (legate fortemente alla silice lo abbiamo già detto) quindi forze legate più all'emento del calcare che già sappiamo tente a portare tutto verso il basso mentre la silice a irraggiare verso l'alto. Bene! ora possiamo andare a scoprire l'uso di questo preparato.

uso del preparato corteccia di quercia - 505

Per quanto riguarda l'uso nel cumulo lo abbiamo già visto quando abbiamo parlato del cumulo biodinamico mentre per quanto riguarda un uso diverso vale sempre la condizione che il preparato prima di essere spruzzato deve completare il processo di eterizzazione o dinamizzazione che dir si voglia,  sia che si usi singolarmente che con altri preparati. Un primo uso quando abbiamo parlato dei prugni di piante che hanno una grande forza eterica che in caso di condizioni lunari propizie risulta davvero evidente e quindi per contenere l'eterico il corpo eterico, l'eccesso di vitalità lo facciamo con questo preparato, che diviene quindi anche preparato da spruzzo, e quindi andiamo a spruzzarlo sulle piante, sulle foglie in questo caso, direi a goccia semi fina ma a differenza del corno silice il preparato va spruzzato sulla pianta e non nell'aria. Nel capitolo dedicato ai pianeti abbiamo mostrato la relazione tra i pianeti che appoggiano l'azione del calcare e quelli invece che appoggiano l'azione della silice. Abbiamo detto che mercuiro è in relazione a saturno, che venere è in relazione a giove ed ora dovremmo anche ricordarci che la Luna è in relazione a Marte e guarda caso entrambi i pianeti sono in relazione all'elemento dell'acqua. Questo per dire che quando usiamo il preparato corteccia di quercia se da una parte come forze terrestri ci colleghiamo con la terra volessimo anche collegarci con la parte che sta sopra (l'azoto) possiamo aggiungere anche il preparato ortica e quindi abbiamo sia il preparato 505 e il 504 che vengono dinamizzati assieme. Qualora invece volessimo restare nel campo delle forze terrestri se la nostra intenzione è di attenuare un eterico ipertrofico è chiaro che useremo da solo il preparato corteccia di quercia, di sicuro, senza l'aggiunta del 503 (camomilla) che invece va a "fortificare" l'eterico. Un altro uso ce lo ha descritto R. Steiner quando ci dice che tale preparato intervenire sulle malattie delle piante. In effetti alcune manifestazioni di disequilibrio, che per semplicità chiamiamo malattie, si rilevano sulle piante quando c'è un eccesso di forze eteriche. Abbiamo anche osservato che piante con un eccesso di queste forze difficilmente fruttificano o fruttificano davvero poco e questo è comprensibile visto che il corpo astrale trova poca manifestazione e quindi di conseguenza lo sviluppo del fiore e del frutto. Per fare un analogia ancora una volta con l'uomo se abbiamo un tipo flemmatico quindi con un eccesso di eterico sicuramente andrà incontro anch'esso nel tempo a patologie. E' giusto anche ricordare che è normale che in ognuno di noi si manifestino i quattro temperamenti e che se andiamo a vedere possiamo dire che ogni temperamento se c'è equilibrio trova la sua espressione nel susseguirsi delle eta e un temperamento per esempio flemmatico con una tendenza alla flemma è normale nell'eta anziana molto meno in un bambino. Comunque come nelle piante un estremismo quindi un eccesso a dismisura porta sempre ad un disequilibrio. L'importanza è quindi tenere bene in considerazione che lo stesso maestro può avere un temperamento dominante e che questo inciderà nel bambino, uomo in divenire per tutta la sua vita qualora non avvenga un equilibrio del maestro con un autoeducazione

Come un seme, che viene gettato nella terra in autunno e in primavera riappare nella pianta, così quanto viene seminato nel bambino di otto, nove anni, riappare nel quarantacinquesimo, cinquantesimo anno di vita”. R, Steiner

 Per poter attrarre le forze cosmiche è necessario usare il preparato 501 o corno silice dinamizzato un ora prima dell'alba e spruzzatto nell'aria e questo fa si che la silice attiri le forze dei pianeti lontani e le porti nel terreno dove poi agiranno di riflesso. Gli elementi che partecipano a questo processo di ascensione delle forze cosmiche che agiscono per favorire questi movimento di riflesso per l'appunto sono il calcare e l'argilla lo vedremo che l'argilla permette la comunicazione tra la parte sotto e la parte il calcare invece porta tutto verso il basso e ce lo dobbiamo davvero immaginare come quel signore che porta tutto verso il basso con una certa bramosia. La silice invece è una nobile signora che nulla più vuole e sottrae al calcare quanto gli è necessario. Ora a noi più che la relazione con il calcio interessa la relazione tra la silice e il potassio e per questo abbiamo bisogno di un'altra pianta che solo a guardarla potremmo dire è l'espressione delle forze di luce ed è il tarassaco

Pin It
Iscrizione ad agire-biodinamico per restare sempre aggiornati

Dopo l'iscrizione riceverai un email. Controlla eventualmente anche nella posta indesiderata (Spam). Per tutto il mese in corso con l'iscrizione ad almeno una delle liste riceverai in dono il calendario delle stelle e una fiaba per i più piccoli.

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione spirito biodinamico utilizza cookies o tecnologie simili

Se non si modificano le impostazioni del browser, si accetta di proseguire Per saperne di piu'

Approvo

Informativa Cookie

Con il presente documento, ai sensi degli artt. 13 e 122 del D. Lgs. 196/2003 (“codice privacy”), nonché in base a quanto previsto dal Provvedimento generale del Garante privacy dell’8 maggio 2014, è il nuovo Regolamento (UE) 2016/679, Michele Medas che è il titolare del trattamento dei dati, vuole fornire a chiunque entri in www.spiritobiodinamico.it alcune informazioni relative ai cookie utilizzati.

Dopo aver letto quanto, riportato, nella presente informativa, sono sicuro che comprenderai bene le intenzioni relative all'uso dei cookie in questo sito, usati solo, per poter effettuare una migliore navigazione all'interno dello stesso e fornire così a tutti un servizio sempre migliore rispetto ai temi trattati. Bene! allora ....

facciamo crescere insieme questo spiritobiodinamico. Grazie per la collaborazione e buona navigazione da Spirit8 Biodinamic8 Infinit8

Cosa sono i cookie

Un “cookie” è un piccolo file di testo creato sul computer dell’utente al momento in cui questo accede ad un determinato sito, con lo scopo di immagazzinare e trasportare informazioni. I cookie sono inviati da un server web (che è il computer sul quale è in esecuzione il sito web visitato) al browser dell’utente (Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, ecc.) e memorizzati sul computer di quest’ultimo; vengono, quindi, re-inviati al sito web al momento delle visite successive.

Nel corso della navigazione l’utente potrebbe ricevere sul suo terminale anche cookie di siti diversi (c.d. cookies di “terze parti”), impostati direttamente da gestori di detti siti web e utilizzati per le finalità e secondo le modalità da questi definiti.

Tipologie di cookie utilizzate dal presente sito

Il Sito utilizza cookie solo per garantire e agevolare la navigazione e fruizione del sito web e per raccogliere informazioni, in forma aggregata, su visite al sito. Non vengono invece in alcun modo utilizzati cookie per finalità profilanti, e ciò anche con riferimento all’installazione, attraverso il sito, di cookie di terze parti che potrebbero da queste essere utilizzati, in modo del tutto autonomo, per loro fini di profilazione.

Cookie del Titolare

Il sito www.spiritobiodinamico.it utilizza solo cookie tecnici, rispetto ai quali, ai sensi dell’art. 122 del codice privacy e del Provvedimento del Garante dell’8 maggio 2014, non è richiesto alcun consenso da parte dell’interessato.

Più precisamente il sito utilizza:

– cookie tecnici necessari alla navigazione da parte dell’utente, di seguito indicati nel dettaglio

NOME COOKIE

SCADENZA

PHPSESSID

Al termine della sessione di navigazione

In assenza di tali cookie, il sito web non potrebbe funzionare correttamente.

– cookie tecnico che agevola la navigazione dell’utente, riconoscendolo ed evitando che l’informativa breve sui cookie contenuta nel banner ricompaia nel caso di collegamenti al sito effettuati entro il termine di scadenza. Si attiva cliccando “ok” sul banner. Vogliamo da subito specificare, che nessun banner pubblicitario, come è possibile constatare, viene usato all'inerno del sito. E' nostra intenzione far crescere spiritobiodinamico utilizzando altri mezzi.

NOME COOKIE

SCADENZA

cookiesDirective

31 giorni

Eliminando tale cookie non verrà salvata la presa visione del banner per accessi effettuati nei 31 giorni successivi al primo collegamento al sito.

Cookie di terze parti

Attraverso il sito www.spiritobiodinamico.it sono installati alcuni cookie di terze parti, anche profilanti, che si attivano cliccando “ok” sul banner.

Si riportano nel dettaglio i singoli cookie di terze parti, nonché i link attraverso i quali l’utente può ricevere maggiori informazioni e richiedere la disattivazione dei cookie.

Google Analytics

Il Sito utilizza Google Analytics per meri fini statistici. Si tratta di un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”) che utilizza dei cookie, che vengono depositati sul computer dell’utente per consentire analisi statistiche in forma aggregata in ordine all’utilizzo del sito web visitato; si precisa inoltre che oltre i cookie, viene utilizzato da Google anche un pixel tag (http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/key-terms/). I dati raccolti sono sempre in forma anonima.

I Dati generati da Google Analytics sono conservati da Google così come indicato nella Informativa reperibile qui https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/analyticsjs/cookie-usage

Per consultare l’informativa privacy della società Google Inc., titolare autonomo del trattamento dei dati relativi al servizio Google Analytics, si rinvia al sito Internet http://www.google.com/intl/en/analytics/privacyoverview.html

Come espressamente indicato dal Garante Privacy con i “Chiarimenti in merito all’attuazione della normativa in materia di cookie” del 5 Giugno 2015, i siti che utilizzano, per meri fini statistici, cookie analitici realizzati e messi a disposizione da terze parti non sono soggetti agli obblighi e agli adempimenti previsti dalla normativa (notificazione al Garante in primis) qualora vengano adottati strumenti idonei a ridurre il potere identificativo dei cookie analitici che utilizzano (ad esempio, mediante il mascheramento di porzioni significative dell’indirizzo IP) e purché l’impiego di tali cookie sia subordinato a vincoli contrattuali tra siti e terze parti, nei quali si faccia espressamente richiamo all’impegno della terza parte o a utilizzarli esclusivamente per la fornitura del servizio, a conservarli separatamente e a non “arricchirli” o a non “incrociarli” con altre informazioni di cui esse dispongano.

Il Titolare del presente sito ha deciso di avvalersi della funzione di anonimizzazione degli IP degli utenti fornita da Google (descritta al seguente link: https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it) e ha accettato l’Emendamento sull’elaborazione dei dati (Google Analytics Data Processing Amendment v20130906) messo a disposizione da Google Analytics nel rispetto della Direttiva 95/46/CE, con cui Google si impegna a trattare i dati secondo le richieste del Cliente – Titolare del sito e a non condividerli con altri servizi aggiuntivi se non sia il Cliente stesso a richiederlo, attraverso le impostazioni dei servizi. Sul punto si informa l’utente che il Titolare del presente sito non ha collegato Google Analytics ad alcun servizio aggiuntivo e che non è stata attivata alcuna opzione pubblicitaria o di condivisione dei dati con Google.

Alla luce degli accorgimenti adottati, il servizio di Google Analytics, usato dal presente sito per meri fini statistici, si attiva all’atterraggio, non richiedendosi all’utente alcun consenso per il rilascio dei relativi cookie.

Al seguente link https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it  vi è il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics.

Pulsanti e widget di social network

I Social buttons sono quei particolari “pulsanti” presenti sul sito che raffigurano le icone di social network (esempio, Facebook e Twitter) e consentono agli utenti che stanno navigando di interagire con un “click” direttamente con le piattaforme social.

I social buttons utilizzati dal sito sono dei link che rinviano agli account del Titolare sui social network raffigurati. Tramite l’utilizzo di tali pulsanti non sono pertanto installati cookie di terze parti. Si riportano comunque i link ove l’utente può prendere visione dell’informativa privacy relativa alla gestione dei dati da parte dei Social cui i pulsanti rinviano.

https://support.twitter.com/articles/20170519-uso-dei-cookie-e-di-altre-tecnologie-simili-da-parte-di-twitter#

https://www.facebook.com/help/cookies

https://www.linkedin.com/legal/cookie_policy

Widget di Twitter

Il sito al momento non incorpora il widget di Twitter e tale servizio comporta l’installazione di cookie, anche profilanti, da parte di Twitter Inc. Nessuna informazione viene invece condivisa dal sito in cui il widget è incorporato. Per maggiori informazioni, anche sulla disattivazione di tali cookie, si consiglia di consultare i seguenti link:

http://twitter.com/privacy

https://support.twitter.com/articles/20170519-uso-dei-cookie-e-di-altre-tecnologie-simili-da-parte-di-twitter#

Conferimento dei dati

Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare sul sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner.

L’interessato può quindi evitare l’installazione dei cookie mantenendo il banner (astenendosi quindi dal chiuderlo cliccando sul tasto “ok”), nonché  attraverso le apposite funzioni disponibili sul proprio browser.

Disabilitazione dei cookie

– Fermo restando quanto sopra indicato in ordine ai cookie strettamente necessari alla navigazione, l’utente può eliminare gli altri cookie attraverso la funzionalità a tal fine messa a disposizione dal Titolare tramite la presente informativa oppure direttamente tramite il proprio browser.

Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. L’utente può ottenere istruzioni specifiche attraverso i link sottostanti.

Microsoft Windows Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Apple Safari

– La disattivazione dei cookie di terze parti è inoltre possibile attraverso le modalità rese disponibili direttamente dalla società terza titolare per detto trattamento, come indicato ai link riportati nel paragrafo “cookie di terze parti”

Diritti dell’interessato

L’interessato potrà far valere in ogni momento, rivolgendosi al titolare del trattamento tramite l’invio di una mail all’indirizzo email di spiritobiodinamico, i diritti di cui all’art. 7 del D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196, che di seguito si riporta testualmente.

Art. 7 D. Lgs. 196/2003

1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:

a) dell’origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L’interessato ha diritto di ottenere:

a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale

Per chi si è aggregato, quindi registrato, a spiritobiodinamico è possibile ricevere, secondo le ultime norme, proprio dal profilo utente tutti i dati dell'interessato.

Bene! resta solo da augurare

Buon Spirito Biodinamico a tutt8