Corno silice-501

preparati-spruzzo-corno-silice-aria-luce-pianeti-lontani
posted by: Agire-Bio-Dinamic8
Ultima modifica: 17 Luglio 2020
Visite: 567

Quando abbiamo parlato dei preparti da spruzzo in modo, si potrebbe dire così generale, è stata messa ben in evidenza la polarità tra corno letame e corno silice e quanto sia importante comprendere questo aspetto e come l'uso di un preparato e l'uso dell'altro deve essere fatto sempre mantenendo quel certo equilibrio tra sotto e sopra nella pianta. Sì perchè se il gesto del calcare è quello di portare verso il basso quello della silice è l'opposto ed è quello di portare verso l'alto. Il corno letame favorisce quest'aspetto; si mette in armonia con il gesto del calcare si potrebbe anche dire. Il corno silice invece fa l'opposto. Ora comprendiamo perchè quando sentiamo dire se abbiamo usato tre volte il corno letame allora dobbiamo usare 3 volte il corno silice. Scusateci ma questa è davvero un esclamazione che fa sorridere....

perchè dipende dal luogo in cui mi trovo e da che forze sono ben presenti in quel luogo. Corno Silice Dinamizzazione infinito 2020 05 26Bisogna sempre guardare all'equilibrio nel tutt8 e la pianta lo abbiamo già visto è l'archetipo dell'Infinit8. Supponiamo di trovarci in un luogo dove siano molto presenti le forze di luce e calore, diremo anche un etere di Luce e Calore. Qui dobbiamo da subito comprendere che un uso troppo forte del corno silice può portare ad un certo squilibrio. Comunque bisogna sempre valutare l'azione rispetto a tutt8. Se ha piovuto per una settimana, sappiamo di quanto sia forte il gesto del calcare che quando c'è acqua si attiva maggiormente portando tutto verso il basso e in verità ci dice R. Steiner se potesse si porterebbe giù l'intera pianta ma questo gli viene impedito e da chi ? proprio da quella nobile signora che è la silice che sottrae al calcare quel tanto che gli serve per configurare le forme. Adesso, appare "limpito" l'impiego del corno silice e perchè se ne fa uso. Proprio in una condizione di tal genere in cui il calcare agisce con il suo gesto molto fortemente dobbiamo grazie all'uso del preparato corno silice riportare su la pianta per farla ritornare al giusto equilibrio. Un giorno un nostro caro amico, che vogliamo salutare qui su questo sito : Carissimo Enzo. Tanto sappiamo che quest'uomo che ha superato gli ottant'anni nemmeno a internet ne email nulla di tutto quello che riguarda la tecnologia eppure ha tanta di quella saggezza da esprimere che riempirebbe un sito web intero. Ritornando ad Enzo un giorno ci disse che nel corso che faceva aveva fatto fare una pittura ai partecipanti dove aveva detto di dipingere la parte sotto del foglio con il blu e quella sopra con il giallo. Perchè ? La domanda nasce spontanea come si suol dire. Andiamo a scoprirlo.

Il blu rappresenta il colore del calcare mentre all'opposto il giallo rappresenta il colore della luce. Quindi abbiamo l'elemento del calcare e dall'altra l'elemento della luce. Quasi si potrebbe dire che abbiamo il buio (visto che il calcare se ne sta ben sotto) e dall'altra la luce. Bene! L'incontro del blu e del giallo a che cosa da vita o meglio che colore si ottiene se il blu incontra il giallo o viceversa. Il colore che ne diviene è proprio il verde che guarda caso è il colore della foglia. Ora cosa succede quando c'è troppo giallo : succede che prevale il giallo e la foglia ingiallisce e se abbiamo troppo blu invece abbiamo la foglia che da prima diventa rossa e poi marroncina. Bellissimo questo modo di portare incontro ai corsisti, del corso di biodinamica, la biodinamica stessa. Chi si aspetta di dipingere ad un corso dove si parla di agricoltura e non solo evidentemente. Ma Enzo lo conosciamo e da sempre apprezziamo questa sua caratteristica di essere quello che ci piace definire un Vero Maestro. A proposito parlando di agricoltura ed educazione fatela quest'esperienza con i bambini piccoli di modo che si possano meravigliare dall'incontro del blu e del giallo che è una vera e propria magia. Così la foglia con il suo verde è l'incontro equilibrato dei due gesti : il gesto che porta verso il basso del calcare e quello che porta verso l'alto della silice(luce). Adesso possiamo dire, e crediamo anche comprendere, come mai per il preparato corno silice si usa il cristallo di rocca. Come mai i corni vengono riempiti di silice e come mai la silice ricava dal cristallo una volta frantumata finissima viene bagnata per produrre un impasto nel troppo solido ne troppo liquido. E' incredibile, lasciatecelo dire, come ogni cosa trova una precisa risposta alla relazione con tutt8. Andando avanti potremmo aggiungere che mentre il corni di letame vengono sotterrati e lasciati sotto terra in un periodo dove le forze di luce sono poche, ovvero da l'autunno a pasqua; al contrario o se vogliamo all'opposto i corni con l'impasto di silice vengono lasciati sotto terra nel periodo da pasqua fino all'autunno, quindi quando le forze di luce sono molto presenti. Come possiamo vedere nulla è lasciato al caso. Proprio nulla. Per ultimo aggiungiamo come i corni con la silice una volta disotterrati vengono esposti alla luce del sole proprio dove il sole sorge o nasce. Potremmo anche vedere il corno letame in forte relazione all' eterico, e il corno silice invece in stretta relazione alle forze astrali, all'astrale. Vediamo che c'è sempre una contrapposizione fra i due che pur essendo polari grazie all'azione dell'argilla si compenetrano. Quindi abbiamo sia l'azione dell'eterico che dell'astrale con l'uso di entrambi i preparati. Ricordiamo solo che la pianta ha in se il corpo eterico mentre l'astrale, a differenza dell'animale, il corpo astrale sta fuori dalla pianta. L'azione del corpo astrale, che si potrebbe definire azione cosmica la vediamo nel fiore e nel frutto principalmente. Così siamo partiti da molto lontano per arrivare a dare una spiegazione si potrebbe dire scientifica spirituale della preparazione del corno silice e del loro uso. Alcuni potrebbero dire che bastava dare la ricetta o meglio descrivere la metodica. A questi alcuni, qualora ci siano, rispondiamo che quello che vuole dare Spirito biodinamico va oltre il metodo, oltre la metodica e oltre la ricetta e crediamo che ormai questo lo abbiamo compreso. Ecco perchè come per il corno letame senza la dinamizzazione ha poco senso usare il corno silice. Questo preparato, si potrebbe dire, si è impregnato, nel corso del processo, di forze di luce e calore ed è per questo che ne basta una piccolissima parte, di quell'impasto che è stato messo nei corni di mucca, nell'acqua, il tutto poi dinamizzato, per richiamare le forze di luce e calore. Corno Silice Dinamizzazione 2020 05 26

Con lo stesso spirito biodinamico dopo aver visto il corno-letame ed ora il corno-silice è arrivato il momento di andare a scoprire i cosidetit preparati da cumulo. Bene! Lo facciamo con molto piacere. 

Pin It
Iscrizione ad agire-biodinamico per restare sempre aggiornati

Dopo l'iscrizione riceverai un email. Controlla eventualmente anche nella posta indesiderata (Spam). Per tutto il mese in corso con l'iscrizione ad almeno una delle liste riceverai in dono il Calendario delle stelle e una fiaba per i più piccoli.

biodinamico pianeti lontani

Marte

Marte si muove per un anno intero dietro al Sole, alto col Sole nel cielo diurno, per poi passare dall'altro lato della Terra, inchinandosi al Sole dopo un...

Marte

Giove

Giove ha un tempo di rivoluzione di 12 anni quindi per sei anni è ascendente e per sei è discendente. Di Giove possiamo veramente dire che è un...

Giove

Saturno

Eccoci arrivati al pianeta per eccellenza tra tutti i pianeti lontani, che appoggia anch'esso, come Marte e Giove, l'azione della Silice, ma che sopprattutto favorisce fortemente gli impulsi...

Saturno

biodinamico corno letame

Corno letame-500

Dobbiamo davvero vedere o immaginarci il corno letame all'opposto del...

Corno letame-500

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione spirito biodinamico utilizza cookies o tecnologie simili

Se non si modificano le impostazioni del browser, si accetta di proseguire Per saperne di piu'

Approvo