Infinito

biodinamico-azoto-carbonio-zolfo-ossigeno-idrogeno
Ultima modifica: 05 Giugno 2020
Visite: 938

 

Siamo

Infinito

Che cos'è l'Infinit8 ? Diciamo subito che dobbiamo vedere, l'archetipo della pianta come l'Infinit8, dove in questa lemniscata abbiamo la radice della pianta che si trova in basso, all'opposto si trova il frutto e al centro ad equilibrare i due poli troviamo la foglia che è proprio quella che si occupa della respirazione. Da subito vediamo una forte analogia con l'uomo e in effetti se giriamo la lemniscata abbiamo proprio l'immagine dell'uomo : sopra troviamo la testa e in basso all'opposto l'apparato del ricambio, le menbra, e in centro abbiamo l'apparato ritmico, il cuore. Adesso abbiamo compreso quanto siano in stretta relazione l'uomo e la pianta e questo ci mostra come sia necessario tenere in forte considerazione questo aspetto quando vogliamo usare la pianta per nutrire l'uomo. Per fare un piccolo esempio, lo abbiamo appena visto, nella pianta la radice che sta in fondo alla lemniscata eed ovvero la testa dell'uomo che come abbiamo visto però viene a trovarsi, girando la lemniscata proprio nella parte alta dove nella pianta c'è il frutto. Come dire che se ci nutriamo di radici questo ci fa bene alla testa. Se ci nutriamo di frutta ci fa bene all'apparato del ricambio, le mebra. E' chiaro che al centro della lemniscata c'è il tenere un certo ritmo lo fa il cuore nell'uomo e la respirazione e lo fa il sole nell'universo e questo lo abbiamo visto quando abbiamo parlato dei pianeti. La Lemniscata è proprio il fluire dell'energia da un polo all'altro sostenuto quindi da un certo ritmo all'infinito o meglio dire all'Infinit8. Un fluire di forze in modo dinamico. Adesso che abbiamo compreso questo dobbiamo trovare come mettere in relazione l'azione dell'universo con quella dell'uomo. La raffigurazione che possiamo vedere qui ci mostra una relazione tra le sostanze : il carbonio, lo zolfo, l'ossigeno e l'idrogeno e infine l'azoto. In questo video si dimostra che ciò che avviene nell'universo lo ritroviamo poi nell'azione delle sostanze come a dire che le sostanze sono in precisa relazione ad un elemento spirituale ben determinato. Partiamo dal Carbonio. Il carbonio è il portatore della forma è quell'IO cosmico che ha in se l'archetipo di ogni forma e dove c'è da dare forma è sempre presente. Fermiamoci un momento su quest'ultimo aspetto : la forma. Quando abbiamo parlato degli influssi cosmici abbiamo visto come il sole, che sta al centro dell'universo, crea le forme che la costellazione da e che poi queste forme vengono riempite ? e chi lo fa ? chi le riempie ? Quindi l'Azoto è molto importante come lo sono anche tute le altre sostanze, lo abbiamo visto. Ecco che la forma inizia a prendere vita e quindi tutto è stato portato all'ordine ad opera dell'Azoto. Di questi processi dobbiamo avere conoscenza, per il nostro agire biodinamico.

La Luna viene definita da Steiner come un pianeta e qualcuno potrebbe invece dire che è un sattellite essedo che gira intorno alla terra. A prescindere da quale sia la risposta a noi deve interessare poco sia la prima definizione sia la seconda, quello che conta è che noi comprendiamo gli impulsi della luna, le forze che muove e in che modo sono favorite proprio dall'elemento acqueo. Fino a quando tutto scorre in un ciclo infinit8 c'è vita! mentre quando questo ciclo si interrompe la vita sta già venenendo meno,  ma torniamo al Carbonio : i pianeti vicini che sono Luna, Venere e Mercurio appoggiano l'azione del calcare e agiscono con le loro forze direttamente sull'elemento terrestre. Ecco chi si occupa di riempier la forma grazie anche all'elemento dell'acqua che vedremo è importante, per il processo che si viene a formare, di certo lo è meno per la vita della pianta. Crediamo che una pianta possa morire senza acqua ma il verità senza quest'elemento, in particolar modo, l'idrogeno, viene a mancare quel processo che come abbiamo detto è infinit8. Quando viene a mancare questo la pianta, noi diciamo, si ammala e poi è soggetta a forme di decomposizione di ogni tipo. Insomma! Che cos'è la malattia nella pianta come nell'uomo ora che sappiamo di quanto sia importante questo ciclo che come vedremo fluisce da un polo all'altro della lemniscata. Il polo che sta sotto, il + è contraddistinto da quell'avido signore che tutto vuole per se, ed è il calcare. Davvero questo signore è molto bramoso e la sua bramosia diventa molto forte a partire dalla primavera quando la pianta inizia a sottrargli alcune sostanze. Dobbiamo davvero immaginarcelo così il calcare ed ecco che è un tipo flemmatico allora che tende a portare tutto verso il basso, verso di se. La relazione tra questo avido signore e la sua azione è sul piano materiale portata dal carbonio. Adesso chiudiamo gli occhi e proviamo ad immaginare il carbonio che traccia in ogni essere vivente, in verità, delle vie secondo precise forme .... bene possiamo riaprirli e farci questa domanda : "Se il carbonio è il portatore di ogni forma come è possibile stabilire una connessione tra questa sostanza e quell'elemento univerale che ha certamente più a che fare con lo spirito. Ecco perchè Spirit8 Bidodinamic8, quasi a signifcare questo continuo dinamismo che mostra come in tale ciclo le sostanze vengono condotte da ciò che in grado di condurle fino all'elemento spirituale. Chi è allora che conduce ii carbonio verso lo spirito e viceversa che potremmo davvero dire imbeve di spirito le vie tracciate dal carbonio. Un tempo si sapeva benissimo che c'è una sostanza che già nel nome parla di questa azione .... chi è che porta la luce dello spirito nelle vie tracciate in primis dal carbonio che è quello che conosce l'archetipo di ogni forma, ovvero l'IO Cosmico ? Ormai appare evidente che stiamo parlado del Sulfur perchè così un tempo veniva chiamato a significare l'azione che porta in se. E' proprio così lo Zolfo è il portatore dello spirito. Bene! Adeso abbiamo che le vie tracciate dal carbonio sono imbevute di spirito. Facciamo un  passo indietro prima di farne altri avanti. Se osserviamo le piante quando sono noi diciamo diventate secche, noteremo come in essre resti si l'elemento fisico della forma ma in essa è venuto a mancare quell'elemento di luce di aria e luce e anche di calore. Davvero! osservando per esempio una pianta  di pomodoro quando noi diciamo a smesso di fare il frutto, quando le forze del calcare si potrebbe dire diventano prevalenti rispetto a quelle opposte, che vedremo, sono appogiate dalla silice. Nel mentre che stiamo esponendo queste considerazione dobbiamo proprio dire, che in questo periodo invernale e così fino al 15 Febbraio circa, le forze del calcare si sono ritirate del tutto nel terreno e hanno molta meno bramosia che in altri periodi. Ecco che quando osserviamo la pianta in questo stadio scorgiamo che in essa la forma è rimasta e lo vediamo da quel colore quasi nero ma in essa, nella forma qualcosa si è ritirato. Bene! qual'è quell'elemento in stretta relazione alla vita, all'elemento vitale ovunque. I nostri genitori si ricordano che la vita qua sulla terra è iniziata con un respiro e si dice anche che quando si muore si esala l'ultimo respiro. Quindi abbiamo la respirazione appoggia prorio quel ritmo che viene a crearsi e noi quando respiriamo prendiamo qualcosa che c'è nell'aria. Più chiaro di così! Stiamo parlando dell'Ossigeno. Bene! questo vitale signore è così vitale che andrebbe ovunque senza un preciso ordine e quindi gli sarebbe impossibile seguire delle precise vie. Quindi lo zolfo imbeve di spirito le vie tracciate dal carbonio e l'ossigeno entra anch'esso in questo processo ma invece di seguire le vie in primis formate dal carbonio se ne va dappertutto. CI vuole un'altra sostanza anch'essa in relazione come le altre con un preciso aspetto cosmico. Qual'è quella sostanza in grado di ondurre l'eterico all'ordine. Nel video che poi andiamo a vedere viene mostrato chiaramente chi è che porta l'ossigeno a seguire le vie tracciate dal carbonio imbevute dalla luce dello spirito dello zolfo. Ed ecco che fa tutto questo l'Azoto. L'azoto è importante per le piante, ma abbiamo già visto, che un azoto, che si forma per trasmutazione del potassio e lo stesso dicasi per il calcio, è certamente di gran beneficio alle piante. Perchè questo avvenga dobbiamo introdurre nel cumulo biodinamico i preparati biodinamici da cumulo. Così grazie al cumulo biodinamico abbiamo introdotto nel modo giusto l'azoto nell' economia della natura e avremo così un ottimo concime vivenrte.

 

Pin It
Unisciti a Noi e Restiamo in contatto. Ecco i servizi offerti gratuitamente. Basta selezionare quelli di tuo interesse e procedere con l'iscrizione; oppure se sei già iscritto puoi modificare le tue scelte
Sono d'accordo con la Privacy e Termini di Utilizzo
Dopo esserti iscritto ad almeno una delle liste riceverai un email in cui troverai un link per confermare la tua iscrizione e il Calendario delle stelle in omaggio. In qualsiasi momento puoi cambiare le tue scelte. Grazie.

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione spirito biodinamico utilizza cookies o tecnologie simili

Se non si modificano le impostazioni del browser, si accetta di proseguire Per saperne di piu'

Approvo